L’ortodonzia

L’ortodonzia
Che cosa è l’ortodonzia ?
L’ortodonzia studia le diverse anomalie della costruzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo e/o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

Le anomalie della mascella non sono solo la posizione irregolare dei denti , ma spesso rappresentano una combinazione delle seguenti anomalie:
-posizione e/o irregolarità nella dimensione della parte superiore ed inferiore della bocca (anomalie scheletriche),
-forme irregolari delle arcate dentarie, posizione irregolare dei denti in una fila (anomalie della posizione dei denti),
-disfunzioni della lingua, delle labbra, disturbi della deglutizione, della respirazione orale, cattive abitudini-succhiamento del pollice ecc… sono spesso cause di anomalie dei denti e della mascella ed un fattore di instabilità del trattamento ortodontico (anomalie funzionali).

Gli obbiettivi del trattamento ortodontico sono:
– consentire un corretto sviluppo dello scheletro facciale ed una armoniosa estetica del viso,
– raggiungere una posizione regolare dei denti nella fila dentale, una giusta occlusione, l’estetica del sorriso
– avere una funzione corretta: per la respirazione,per la posizione della lingua, delle labbra e delle guance, l’eliminazione delle cattive abitudini.

Lo spostamento ortodontico dei denti.
Ci sono diversi tipi di movimento dei denti in ortodonzia.

La rotazione: è la rotazione attorno al punto particolare del dente, si chiama centro della resistenza.
Lo spostamento : riguarda lo spostamento del corpo dei denti.
L’Intrusione : l’ immersione nell’osso, nella gengiva.
L’estrazione : estrazione del dente dall’osso.
L’inclinazione: lo spostamento del dente in cui la rotazione viene associata con lo spostamento del corpo del dente.

I principali componenti biomeccanici sono:

La forza : viene applicata per ottenere il risultato diagnosticato.
La pressione :essa viene esercitata sui tessuti orali mediante la sopradetta componente forza,alla quale è quindi strettamente collegata. In questo modo si effettua lo spostamento del dente nella direzione voluta.
L’ancoraggio: è la resistenza opposta alle forze dinamiche orizzontali, interessa un certo numero di denti in quanto gli elementi di ancoraggio vengono applicati alla quasi totalità dell’arcata dentale.
Ritenzione : è la resistenza opposta alla forza dinamica verticale.

Movimenti ortodontici dei denti.

Per spostamento ortodontico dei denti si intende un lento spostamento dei denti nella posizione desiderata ( per ragioni funzionali ed estetiche ), sotto l’azione di piccole forze ( fino a pochi grammi ).
Da un punto di vista matematico il movimento ortodontico ricorda il movimento di un corpo rigido in una massa viscosa.

Lo spostamento del dente è dovuto al riassorbimento del tessuto osseo da un lato e alla formazione del tessuto osseo nella parte opposta per riempire lo spazio libero rimasto. La grande forza esercitata sui denti può portare a un processo acuto infiammatorio e alla perdita di integrità dei denti e degli alveoli ( tessuti circostanti dei denti ).

La teoria delle piccole forze in ortodonzia.

Nell’ ortodonzia moderna viene applicato sui denti una forza minore con sistema Bracket, i denti si spostano più velocemente.
E’ paradossale, ma è un fatto. Questo si spiega con i processi di riassorbimento e con la rigenerazione del tessuto osseo e delle strutture dentali e alveolari.

Spostamento dei denti con sistema Bracket .


I Bracket sono delle placchette che vengono incollate ai denti sul lato vestibolare o interno, essi tengono fermo il filo ( o arco) ortodontico, il mezzo principale nel raddrizzamento dei denti. Essi vengono usati per curare i disallineamenti, in quanto riescono a spostare i denti nella direzione voluta dall’ortodonzia. Sono formati da vari fili in materiale metallico, elastici, attacchi (bracket), tubi o bande sui molari.Attraverso i Bracket l’arco dà la pressione individuale su ogni dente. I sistemi Bracket moderni in combinazione con archi rettangolari permettono di dare la pressione sui denti non solo verso l’interno o l’esterno della bocca , ma anche provocare la rotazione, l’inclinazione o lo spostamento del dente nella struttura ossea.